reboliniPVC0074-ph-giuseppe-macorSmall.jpeg

Bruno Rebolini

nuovo presidente del CdC RAEE

ARRIVIEPARTENZE
PUBLIEDIMDOTCOM

Elettronica di consumo. Per definizione.

lapubliedimlogobiancocopia

facebook
linkedin
instagram

facebook
linkedin
instagram
image-256unnamed2115-unnamed

La Publiedim Srl - P.IVA: 05612980960 - REA: 1834659   -   Copyright 2020 © PUBLIEDIM.COM - All Right Reserved

 

image-70

Il volantino?

 

Meglio digitale!

shopfully1

ShopFully, tech company italiana che opera nel Drive To Store, nota in Italia per il marketplace DoveConviene, che recentemente ha finalizzato  l’acquisizione del 100% di PromoQui S.p.A., uno dei player di riferimento nel mercato dell’info-commerce con i marketplace PromoQui e VolantinoFacile, ha presentato oggi i risultati della prima ricerca realizzata con GfK sull’efficacia del volantino nel settore dell’elettronica di consumo, nel corso dell’evento in streaming “L'evoluzione del drive-to-store: come cambia il volantino” dedicato ai player della industry.

Durante i lavori sono state presentate anche le case history di Unieuro, Expert, per quanto riguarda il retail, e Samsung per quanto riguarda l’industria. La ricerca di GfK ha evidenzia un’efficacia del volantino digitale superiore del 42% rispetto a quella del cartaceo. I risultati mostrano anche che a dicembre 2019 la readership del volantino cartaceo si attestava al 17,3%, quindi solo 1 folder su 6 veniva realmente letto dai consumatori.

La pandemia non ha fatto che incrementare questi trend, tanto che nelle ultime settimane la “consultazione digitale” hanno fatto registrare un vero e proprio boom, con oltre il 62% dei consumatori afferma infatti di aver utilizzato il proprio PC o il proprio smartphone per pianificare le proprie spese. Il 64% di questi ha utilizzato i propri device per raccogliere informazioni sui prodotti tramite app e siti prima di effettuare gli acquisti, il 24% per verificare orari di apertura e code all’ingresso degli store.

“Le nostre ricerche sugli impatti di COVID-19 mostrano chiaramente come i bisogni, le aspettative e le abitudini dei consumatori siano cambiati profondamente negli ultimi mesi. Commenta Elena Cappelletti, Consumer Insight Lead di GfK Italia. Tra le altre cose, gli italiani hanno imparato a sfruttare le potenzialità del digitale per continuare a comprare, comunicare e relazionarsi durante il lockdown.

Un’abitudine che rimarrà anche nella Fase 2 e alla quale i Retailer dovranno imparare a rispondere progettando nuove forme di comunicazione e nuove esperienze di acquisto in negozio, da vivere in totale sicurezza ma senza dimenticare anche il fattore umano”. 

Create Website | Free and Easy Website Builder