rebolinipvc0074-ph-giuseppe-macorsmall

Bruno Rebolini

nuovo presidente del CdC RAEE

arriviepartenze

Luglio 2020 - Il Consiglio di Amministrazione di ESPRINET ha nominato Direttore Generale Giovanni Testa con decorrenza 27 luglio 2020. Nato a Milano, il 26 maggio 1968, dopo la laurea in Giurisprudenza, Giovanni Testa inizia la sua carriera lavorativa nell’ambito del controllo di gestione. Con il suo ingresso in Esprinet è stato in grado di migliorare ulteriormente le sue competenze in materia di credito, tesoreria e data-warehouse. Nel corso degli anni, grazie alla sua esperienza nel controllo di gestione e nell'area del credito, sviluppa eccellenti rapporti con clienti e fornitori del Gruppo, lavorando direttamente con la direzione commerciale. A novembre 2016 è stato nominato Business Operations Manager del Gruppo Esprinet con 5 direzioni commerciali a suo diretto riporto.

publiedimdotcom

Elettronica di consumo. Per definizione.


facebook
linkedin
instagram
lapubliedimlogobiancocopia

facebook
linkedin
instagram
image-256unnamed2115-unnamed

La Publiedim Srl - P.IVA: 05612980960 - REA: 1834659   -   Copyright 2020 © PUBLIEDIM.COM - All Right Reserved

 

Federdistribuzione: “allarme inflazione”

01-10-2020 12:08

Publiedim

Federdistribuzione: “allarme inflazione”

A settembre Istat registra un -0,5% sullo stesso mese del 2019 che vuol dire un tasso di inflazione in negativo per il quinto mese consecutivo

esposizioneged2-1601543263.JPG

I dati provvisori per il mese di settembre diffusi dall’Istat registrano un tasso complessivo d’inflazione pari a -0,5% rispetto allo stesso mese del 2019. Per questo motivo Federdistribuzione ha deciso si dare l’allarme su questo importante tema. «Gli ultimi dati diffusi dall’Istat certificano il tasso di inflazione in negativo per il quinto mese consecutivo – osserva il Presidente di Federdistribuzione, Claudio Gradara (nella foto) -. Il nuovo rallentamento è dovuto anche alla debolezza, ormai permanente, che sta caratterizzando l’andamento della domanda interna». «I beni alimentari confermano un trend più sostenuto, in particolar modo nella componente dell’ortofrutta, merceologie i cui prezzi sono più volatili in funzione dei particolari fattori climatici – prosegue Gradara -. In questo contesto la Distribuzione Moderna porta avanti come sempre politiche commerciali e operazioni all’insegna della convenienza, mantenendo alto il suo impegno nella tutela delle filiere produttive e del potere d’acquisto delle famiglie». «Il settore del commercio è un termometro di grande precisione per avere il quadro della situazione: il sentimento di incertezza è ancora predominante e si riflette sui consumi che rimangono deboli. Le misure per il rilancio del Paese, allo studio in queste delicate settimane, dovrebbero concentrarsi nel restituire fiducia a cittadini e imprese e rilanciare conseguentemente consumi e investimenti», conclude Gradara.

claudiogradara-1601543290.jpg
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder