rebolinipvc0074-ph-giuseppe-macorsmall

Bruno Rebolini

nuovo presidente del CdC RAEE

arriviepartenze

Luglio 2020 - Il Consiglio di Amministrazione di ESPRINET ha nominato Direttore Generale Giovanni Testa con decorrenza 27 luglio 2020. Nato a Milano, il 26 maggio 1968, dopo la laurea in Giurisprudenza, Giovanni Testa inizia la sua carriera lavorativa nell’ambito del controllo di gestione. Con il suo ingresso in Esprinet è stato in grado di migliorare ulteriormente le sue competenze in materia di credito, tesoreria e data-warehouse. Nel corso degli anni, grazie alla sua esperienza nel controllo di gestione e nell'area del credito, sviluppa eccellenti rapporti con clienti e fornitori del Gruppo, lavorando direttamente con la direzione commerciale. A novembre 2016 è stato nominato Business Operations Manager del Gruppo Esprinet con 5 direzioni commerciali a suo diretto riporto.

publiedimdotcom

Elettronica di consumo. Per definizione.


facebook
linkedin
instagram
lapubliedimlogobiancocopia

facebook
linkedin
instagram
image-256unnamed2115-unnamed

La Publiedim Srl - P.IVA: 05612980960 - REA: 1834659   -   Copyright 2020 © PUBLIEDIM.COM - All Right Reserved

 

AIRES: “pronti a impugnare il Decreto del Ministro Patuanelli”

16-09-2020 15:55

Publiedim

AIRES: “pronti a impugnare il Decreto del Ministro Patuanelli”

Il direttore generale della associazione, Davide Rossi ha ribadito l’iniquità del provvedimento e non esclude un ricorso al TAR

daviderossidirettoregeneraleeconsigliereaires-01-1600260807.jpeg

Come sappiamo il Ministero dello Sviluppo Economico ha presentato il “Piano voucher per la connettività in banda ultra larga di famiglie con ISEE fino a 50.000 euro e imprese” (quello che molti chiamano Bonus Pc) che nella su stesura attuale vincola la fornitura dei dispositivi elettronici unicamente ai fornitori dei servizi di connettività. Su questo tema AIRES, principale rappresentante dei distributori di elettronica di consumo, ha subito espresso forti perplessità e obiezioni. Abbiamo interpellato il Direttore Generale della AIRES, Davide Rossi per approfondire la posizione dell’associazione. Ecco cosa ci ha detto: “Se, nonostante tutti i nostri interventi a livello nazionale e anche europeo non saremo ascoltati siamo pronti a impugnare il Decreto del Ministro Patuanelli e faremo ricorso al TAR. Vincolare la fornitura dei dispositivi elettronici unicamente ai fornitori dei servizi di connettività è una scelta pericolosa, fortemente lesiva della libertà di consumo e della concorrenza tra operatori. Non è garantita la libertà di scelta e controllo dell’utente sull’apparecchiatura finale (principio che trova fondamento nell’art. 3, co. 1, del Regolamento (EU) 2015/2120). Il voucher dovrebbe essere invece realizzato in modo da prevenire effetti distorsivi sul mercato, permettendo all'utente di utilizzarlo presso l'operatore economico di propria scelta senza escludere indebitamente la gran parte degli operatori economici attivi sul mercato della produzione, dell’importazione e della distribuzione di prodotti hardware.

Ecco la procedura semplicissima e facilmente attuabile che abbiamo proposto, siamo ovviamente disponibili da subito per mettere a punto i sistemi informatici e formare il nostro personale.

1. Il Consumatore sceglie l’operatore di telecomunicazioni che preferisce e stipula con esso il contratto per la connettività;

2. Una volta stipulato il contratto, il consumatore sceglie se ricevere l’hardware direttamente dall’operatore di telecomunicazioni con il quale ha stipulato il contratto per la connettività oppure se, con la quantità di bonus residuo, recarsi da qualunque altro operatore economico per l’acquisto (in tutto o in parte) del prodotto hardware desiderato (ovviamente fra quelli ammessi);

3. Il consumatore che sceglie di acquistare l’hardware presso un operatore diverso da quello con il quale ha stipulato il contratto per la connettività è tenuto a presentare al (nuovo) rivenditore scelto copia del contratto stipulato per permettere allo stesso di conoscere il Bonus residuo ed applicare il relativo sconto sulla merce, utilizzando l’apposito portale messo a disposizione da Infratel Italia.

Se c’è la volontà politica per parte nostra possiamo essere pronti in 48 ore”.

esposizionenotebook-1600260925.jpg
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder