rebolinipvc0074-ph-giuseppe-macorsmall

Bruno Rebolini

nuovo presidente del CdC RAEE

arriviepartenze

Luglio 2020 - Il Consiglio di Amministrazione di ESPRINET ha nominato Direttore Generale Giovanni Testa con decorrenza 27 luglio 2020. Nato a Milano, il 26 maggio 1968, dopo la laurea in Giurisprudenza, Giovanni Testa inizia la sua carriera lavorativa nell’ambito del controllo di gestione. Con il suo ingresso in Esprinet è stato in grado di migliorare ulteriormente le sue competenze in materia di credito, tesoreria e data-warehouse. Nel corso degli anni, grazie alla sua esperienza nel controllo di gestione e nell'area del credito, sviluppa eccellenti rapporti con clienti e fornitori del Gruppo, lavorando direttamente con la direzione commerciale. A novembre 2016 è stato nominato Business Operations Manager del Gruppo Esprinet con 5 direzioni commerciali a suo diretto riporto.

publiedimdotcom

Elettronica di consumo. Per definizione.


facebook
linkedin
instagram
lapubliedimlogobiancocopia

facebook
linkedin
instagram
image-256unnamed2115-unnamed

La Publiedim Srl - P.IVA: 05612980960 - REA: 1834659   -   Copyright 2020 © PUBLIEDIM.COM - All Right Reserved

 

Il consumatore post COVID-19 secondo GfK

23-07-2020 15:45

Publiedim

Il consumatore post COVID-19 secondo GfK

Il lockdown con la digitalizzazione dei processi e l’isolamento forzato hanno reso i consumatori non solo più esperti ed esigenti

gfk1-1595508265.PNG

In occasione della Web Conference di GfK Italia dal titolo: “Una nuova Augmented Era: scenari in ri-Evoluzione” si è parlato di new normal, di resilienza e di accelerazione digitale. Sicuramente la nuova era che stiamo vivendo sarà anche “Aumentata”, perché le persone negli ultimi mesi hanno sviluppato nuove competenze, nuove abitudini e nuovi bisogni. Le esperienze accumulate in questi mesi hanno reso i consumatori più esperti e più esigenti e questo comparata anche un ripensamento (Rethink) del modo di vivere, di pensare e di fare acquisti. Daniele Novello (Sub-Lead Consumer Insight) ha fatto il punto sul sentiment dei consumatori italiani partendo dagli ultimi risultati di GfK COVID-19 Tracking, l’indagine che monitora da febbraio l’evoluzione di abitudini, stili di vita e strategie di acquisto degli italiani. Spiega Novello: “Oggi gli italiani non sono rassegnati, ma resilienti e motivati. Si colgono tra i consumatori segnali di una attenuazione delle preoccupazioni economiche per i prossimi mesi. Ci aspettano settimane e mesi in cui l’impulso all’ auto-concessività negli acquisti sarà più debole rispetto al recente passato. Fermo restando la diffusa convinzione che buoni prodotti e buoni servizi continueranno ad essere centrali nei nostri progetti di benessere futuro”. Stiamo osservando in questi mesi una progressiva affermazione della logica chiamata da GfK del Rethink spending: consumatori che stanno riconfigurando le proprie priorità di consumo (e non solo). “Anche le aziende devono essere pronte ad abbracciare questa logica Rethink” conclude Novello “la marca deve oggi più che mai ascoltare ed essere pronta a seguire l’evoluzione dei bisogni delle famiglie. Deve sapersi raccontare e spiegare ai consumatori la propria idea di futuro e come con i suoi prodotti e i suoi servizi potrà essere alleata di un consumatore sempre più Augmented”. Fabrizio Marazzi, Solution Lead, Market Insights con il suo intervento dal titolo “Il Carrello della Spesa FMCG e Tech ha fatto il punto sull’andamento della Tecnologia di consumo negli ultimi mesi: “Dopo il rallentamento del lockdown e la forte ripresa delle vendite registrata a maggio, nel mese di giugno il mercato ha iniziato a stabilizzarsi, rimanendo comunque in area positiva. Il trend positivo delle ultime settimane ha già compensato le perdite e alla week 27 registriamo una crescita complessiva del mercato da inizio anno del +1,2% rispetto allo stesso periodo del 2019. Cosa succederà nei prossimi mesi? Sicuramente l’ultimo trimestre è il più importante per il mercato Tech (genera da solo il 33% del fatturato) e sarà interessante capire se alcuni dei trend di crescita che abbiamo osservato in questa fase – come la digitalizzazione e l’incremento della dotazione tecnologica domestica – saranno in grado di far chiudere l’anno con un segno positivo”.

danielenovello-1595513666.jpg
fabriziomarazzigfkitalia-1595508292.jpg
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder