rebolinipvc0074-ph-giuseppe-macorsmall

Bruno Rebolini

nuovo presidente del CdC RAEE

arriviepartenze

Luglio 2020 - Il Consiglio di Amministrazione di ESPRINET ha nominato Direttore Generale Giovanni Testa con decorrenza 27 luglio 2020. Nato a Milano, il 26 maggio 1968, dopo la laurea in Giurisprudenza, Giovanni Testa inizia la sua carriera lavorativa nell’ambito del controllo di gestione. Con il suo ingresso in Esprinet è stato in grado di migliorare ulteriormente le sue competenze in materia di credito, tesoreria e data-warehouse. Nel corso degli anni, grazie alla sua esperienza nel controllo di gestione e nell'area del credito, sviluppa eccellenti rapporti con clienti e fornitori del Gruppo, lavorando direttamente con la direzione commerciale. A novembre 2016 è stato nominato Business Operations Manager del Gruppo Esprinet con 5 direzioni commerciali a suo diretto riporto.

publiedimdotcom

Elettronica di consumo. Per definizione.


facebook
linkedin
instagram
lapubliedimlogobiancocopia

facebook
linkedin
instagram
image-256unnamed2115-unnamed

La Publiedim Srl - P.IVA: 05612980960 - REA: 1834659   -   Copyright 2020 © PUBLIEDIM.COM - All Right Reserved

 

La trimestrale di Unieuro sconta il COVID-19

13-07-2020 19:33

Publiedim

La trimestrale di Unieuro sconta il COVID-19

Nei tre mesi terminanti a maggio 2020 registrati ricavi pari a 428,9 milioni di Euro, in calo del 13,4% anno su anno

unieuro-1594657890.jpg

Unieuro ha diffuso i risultati finanziari relativi al primo trimestre de suo anno fiscale, che si è chiuso lo scorso 31 maggio. Nel trimestre chiuso al 31 maggio 2020, Unieuro ha conseguito ricavi pari a 428,9 milioni di Euro, in calo del 13,4% rispetto ai 495,3 milioni dell’esercizio precedente, registrando un decremento contenuto a 66,3 milioni di Euro. La dinamica dei ricavi è stata evidentemente influenzata dall’emergenza Covid-19. Traffico e ricavi della rete di negozi, sia diretta che indiretta, sono pertanto risultati penalizzati, mentre l’e-commerce ha tratto grande beneficio dalla situazione creatasi, consentendo a Unieuro – forte di una presenza digitale consolidata – di compensare almeno parzialmente il calo del fatturato nei punti vendita fisici. Nel complesso, i mesi di marzo e aprile hanno così registrato una perdita cumulata di ricavi pari al 30% rispetto al medesimo bimestre 2019. Con l’arrivo della cosiddetta “Fase 2” e grazie alle misure nel frattempo adottate in termini di sicurezza del punto vendita e di servizio alla clientela, il mese di maggio ha invece consuntivato un forte rimbalzo anno su anno, pari a circa il +20%. Il canale Retail (52,5% dei ricavi totali) - composto da 239 punti vendita diretti - ha registrato un calo del 35,2%, a 225,1 milioni di Euro. A partire da aprile, l’attenuarsi delle restrizioni e le azioni messe in campo da Unieuro, a supporto della customer experience dei clienti in prospettiva omnicanale, hanno permesso un miglioramento delle vendite Retail, che nel mese di maggio sono risultate in crescita rispetto allo stesso mese del 2019. Il canale Online (28,7% dei ricavi totali) ha messo a segno una crescita straordinaria e pari al 142,8%, che ha sospinto i ricavi a 123 milioni di Euro, rispetto ai 50,7 milioni del corrispondente periodo del precedente esercizio. La doppia presenza sul web, garantita da due marchi noti e ben distinti quali Unieuro e Monclick, ha ulteriormente contribuito al successo registrato. Il canale Indiretto (11,5% dei ricavi totali) – che comprende il fatturato realizzato verso la rete di negozi affiliati e i ricavi prodotti nel segmento della Grande Distribuzione Organizzata attraverso partnership con primari operatori di settore, per un totale di 259 punti vendita – ha registrato ricavi pari a 49,3 milioni di Euro, registrando una riduzione limitata al 17,7% rispetto ai 59,9 milioni del corrispondente periodo del precedente esercizio. Sebbene infatti le misure restrittive imposte dalle autorità abbiano influenzato negativamente anche fatturato e traffico dei punti vendita affiliati, le caratteristiche distintive di tali negozi – di dimensione medio-piccola, focalizzati sul servizio di prossimità e concentrati nell’Italia centro-meridionale – hanno consentito una significativa resilienza del business, che è andato normalizzandosi con l’avvio della cosiddetta “Fase 2”. Il canale Business-to-Business (6,6% dei ricavi totali) - che si rivolge a clienti professionali, anche esteri, che operano in settori diversi da quelli di Unieuro, quali catene di hotel e banche, nonché a operatori che hanno la necessità di acquistare prodotti elettronici da distribuire ai loro clienti abituali o ai dipendenti in occasione di raccolte punti, concorsi a premio o di piani di incentivazione (cosiddetto segmento B2B2C) - ha registrato vendite pari a 28,5 milioni di Euro, in calo dell’1,8% rispetto ai 29 milioni del corrispondente periodo del precedente esercizio. Per sua natura, il canale ha risentito solo marginalmente degli effetti della pandemia. Infine, il canale Travel (0,7% dei ricavi totali) – composto da 11 punti vendita diretti ubicati presso alcuni dei principali snodi di trasporto pubblico quali aeroporti, stazioni ferroviarie e metropolitane – ha registrato un forte decremento dei ricavi a Euro 3,1 milioni (-63,9%). 

unieuronicosantiap4482-1594657935.jpg

“Siamo fieramente orgogliosi di come Unieuro, i suoi 5000 dipendenti, i fornitori, i partner e finanche gli azionisti hanno saputo reagire con determinazione e rapidità alle minacce che hanno reso il trimestre appena chiuso il periodo probabilmente più critico negli oltre ottant’anni di storia aziendale. Grazie a questa coesione di intenti e ad un approccio strategico di lungo termine rivelatosi vincente, siamo stati in grado di contenere gli effetti dell’emergenza Covid-19 e di chiudere il trimestre con risultati insperati e con un’invidiabile solidità patrimoniale e finanziaria. Pur con tutta la prudenza necessaria, guardiamo con fiducia ai prossimi mesi, confortati dai dati molto incoraggianti di maggio e giugno e dai positivi riscontri da parte della clientela relativamente ai nuovi servizi omnicanale, pensati per rendere l’esperienza d’acquisto sicura e appagante anche in tempi di Coronavirus”. Giancarlo Nicosanti Monterastelli, amministratore delegato di Unieuro.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder