rebolinipvc0074-ph-giuseppe-macorsmall

Bruno Rebolini

nuovo presidente del CdC RAEE

arriviepartenze

Luglio 2020 - Il Consiglio di Amministrazione di ESPRINET ha nominato Direttore Generale Giovanni Testa con decorrenza 27 luglio 2020. Nato a Milano, il 26 maggio 1968, dopo la laurea in Giurisprudenza, Giovanni Testa inizia la sua carriera lavorativa nell’ambito del controllo di gestione. Con il suo ingresso in Esprinet è stato in grado di migliorare ulteriormente le sue competenze in materia di credito, tesoreria e data-warehouse. Nel corso degli anni, grazie alla sua esperienza nel controllo di gestione e nell'area del credito, sviluppa eccellenti rapporti con clienti e fornitori del Gruppo, lavorando direttamente con la direzione commerciale. A novembre 2016 è stato nominato Business Operations Manager del Gruppo Esprinet con 5 direzioni commerciali a suo diretto riporto.

publiedimdotcom

Elettronica di consumo. Per definizione.


facebook
linkedin
instagram
lapubliedimlogobiancocopia

facebook
linkedin
instagram
image-256unnamed2115-unnamed

La Publiedim Srl - P.IVA: 05612980960 - REA: 1834659   -   Copyright 2020 © PUBLIEDIM.COM - All Right Reserved

 

16,4 mln di italiani cambieranno le proprie abitudini di acquisto

07-07-2020 11:30

Publiedim

16,4 mln di italiani cambieranno le proprie abitudini di acquisto

Il COVID-19 ha ulteriormente accelerato l’ecommerce tanto che, nel periodo, il 55% dei consumatori in Italia ha acquistato online beni che aveva sempre comprato

ecommerce-26071141920-1594110611.jpg

La società di consulenza globale Alvarez & Marsal in collaborazione con Retail Economics ha redatto una ricerca per capire come stanno cambiando e come cambieranno la abitudini d’acquisto sei paesi europei: Italia, Germania, Gran Bretagna, Francia, Spagna e Svizzera. In seguito all'epidemia di coronavirus, 16,4 milioni di italiani sono convinti che cambieranno in maniera permanente le proprie abitudini di acquisto. Il dato emerge da un rapporto realizzato dal, basato su un campione di 6.000 consumatori appartenenti ai sei importanti paesi europei. L'indagine conferma che dalla pandemia escono naturalmente rafforzate le vendite online, che quest'anno aumenteranno di 13,6 miliardi il loro giro d'affari in Europa. In Italia la crescita sarà pari a 1,5 miliardi, in Gran Bretagna di 5 miliardi e in Francia di 3 miliardi. Oltre il 25% dei consumatori in tutta Europa hanno indicato di aver acquistato online per la prima volta, a causa del Covid, qualcosa che in precedenza avevano comprato solo in negozio. Questa percentuale sale al 55% per i consumatori in Italia e Spagna, che sono state tra le più colpite dall'emergenza sanitaria. L'Italia, evidenziala ricerca, è uno dei Paesi analizzati in cui la penetrazione dell'online presso i consumatori è più bassa: 6,3% nel 2019 che, complice il coronavirus, schizza per quest'anno a 8,3% con un previsionale per il 2021 del 9,5%. Un risultato migliore solo di quello della Spagna che, stando ai dati a disposizione, passerà dal 5,3% del 2019 al 7,3% nel 2020 al 7,6% nel 2021. Altre percentuali per la Gran Bretagna, che quest'anno salirà al 24% (+4% rispetto al 2019). Seguita, a distanza, la Germania, con un 13,9% per il 2020.

ecommerce-35307851920-1594110631.jpg
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder